A “L’Italia con Voi” è intervenuto Benedetto Della Vedova, Sottosegretario agli Esteri con delega agli italiani nel mondo

RAI ITALIA

(fonte immagine Rai Italia)

ROMA – A “L’Italia con Voi” è intervenuto Benedetto Della Vedova, Sottosegretario agli Esteri con delega agli italiani nel mondo, per parlare del suo impegno per le nostre comunità e dei progetti per promuovere la cultura e la lingua italiane oltre i confini nazionali. “Per me questa è una grande responsabilità; tra l’altro vengo da una famiglia che, come molte altre, ha conosciuto il fenomeno dell’emigrazione. I nostri connazionali ci chiedono di tenerli legati al Paese attraverso i servizi offerti dagli oltre 200 uffici tra Ambasciate e Consolati, tenendo viva la loro italianità tramite gli Istituti di Cultura. Gli italiani all’estero sono una grande risorsa, sia quelli di vecchia che quelli di nuova emigrazione”, ha spiegato Della Vedova ricordando la partecipazione alla plenaria CGIE della settimana scorsa che ha avuto per argomento principale la preparazione delle elezioni del rinnovo dei Comites, fissate al 3 dicembre prossimo. “C’è una legge che prevede che il prossimo 3 dicembre ci saranno queste elezioni: tutti gli iscritti all’Aire potranno partecipare alle elezioni e faremo di tutto per facilitare e aumentare nel numero la partecipazione”, ha aggiunto Della Vedova esprimendo ottimismo passando poi alla controversa questione dell’inversione dell’opzione di voto. “La legge prevede che gli iscritti Aire, per partecipare al voto, debbano fare richiesta di ricevere la scheda elettorale per posta. Faremo in modo, tramite la rete diplomatico-consolare ed i media, di informare le comunità rendendo così anche la ricezione della scheda più semplice. Sarà inoltre sperimentato il voto telematico che, in prospettiva, potrebbe essere importante per affiancare quello tradizionale. L’obiettivo è garantire la partecipazione tanto dei più anziani quanto dei più giovani. Credo che la partecipazione sia un modo per tenere viva la presenza degli italiani all’estero”, ha precisato il Sottosegretario che per quanto riguarda le politiche di Governo si è focalizzato su elementi legati al piano straordinario di investimenti e riforme, tramite il fondo europeo di 750 miliardi dei quali circa 200 destinati all’Italia.

“Uno degli elementi sui cui puntare è fornire agli italiani emigrati un’opzione per rientrare e avere la cosiddetta emigrazione circolare; un secondo elemento è quello del turismo delle radici cioè strutturare l’offerta di servizi turistici per un bacino potenziale di 80 milioni di persone di origini italiane alla ricerca delle proprie radici”, ha proseguito Della Vedova evidenziando come nel continente americano molte persone, anche assai influenti, abbiano origini italiane. Su lingua e cultura italiana, il Sottosegretario ha rievocato il concetto di “promozione integrata” . “Certamente l’obiettivo è anche quello di promuovere le aziende ed i prodotti italiani all’estero. Il concetto di promozione integrata implica far conoscere anche i valori dell’industria italiana insieme a quelli della storia, del design, dell’arte e della musica lirica. Stiamo aumentando la rete degli Istituti di Cultura: il nostro è un ‘soft power’ nel senso che non siamo una grande potenza militare ma siamo una grande potenza culturale e abbiamo un’immagine positiva nel mondo”, ha sottolineato Della Vedova concludendo con il ricordo dei 700 anni della morte di Dante quale emblema della lingua italiana. (Inform)

Ugo Di Martino 

Presidente COM.IT.ES. Caracas

InterComites Venezuela

Condividi questo
it_ITItalian